La scelta della psicanalisi laica 

formazioneIn merito alla formazione la Scuola di Psicanalisi Freudiana è sempre stata e intende rimanere un’associazione tradizionale di formazione e ricerca all’interno del movimento psicanalitico internazionale. In questo senso essa è un’associazione psicanalitica laica, quindi essenzialmente non medica né psicologica, anche se ammette nelle sue fila sia medici che psicologi, e non rientra, perché non ha mai voluto farlo, nel novero delle associazioni di formazione psicologica o psicoterapeutica.

La ragione di questa scelta di autoescludersi dall’ambito di regolamentazione della Legge 56/89 (concernente l’istituzione dell’Albo degli Psicologi e la regolamentazione delle psicoterapie), deriva essenzialmente dal fatto che la Scuola considera la formazione psicoterapeutica richiesta dallo Stato insufficiente nonché sostanzalmente estranea e limitante ai fini di un’adeguata preparazione psicanalitica. La Scuola non sostiene che non debbano esservi forme di regolamentazione conformi alle norme che la legislazione italiana o europea prescrive per l’esercizio delle libere professioni, ma ritiene la legge 56/89 sia stata concepita, per esplicita ammissione del legislatore*, per un ambito diverso da quello psicanalitico e pertanto  inadeguata al mantenimento, nella sua integrità, dell’esperienza, della pratica e della ricerca analitiche.

 

Mostra di più sulla psicanalisi laica

 

Criteri generali di ammissione

La Scuola ammette in formazione psicanalitica individui di ogni provenienza culturale, dopo un colloquio o una serie di colloqui, volti ad accertare l’effettivo livello culturale e morale del candidato, nonché il suo equilibrio psichico.
Nel caso in cui tutti questi elementi siano considerati accettabili, insieme al candidato verrà deciso un iter di studi ad hoc, che terrà cioè conto anche delle sue particolari esigenze conoscitive. In questi studi egli verrà seguito da uno o più membri della Scuola. Egli verrà quindi iscritto a sua volta come membro e sarà tenuto a pagare solamente la quota annuale di affiliazione, dato che l’assistenza negli studi gli verrà offerta a titolo gratuito. Il candidato sarà anche tenuto a seguire e sostenere tutte le attività intraprese dalla Scuola: corsi, gruppi di studio, seminari, convegni e congressi, giornate di studio, nonché a collaborare alle sue iniziative editoriali. Dovrà fare almeno una tranche di analisi con un analista della Scuola a sua scelta, in modo da fare esperienza diretta dei meccanismi della mente inconscia. Nel caso in cui la Commissione di Ammissione giudicasse che il livello culturale e morale di base sono accettabili, ma che l’equilibrio psichico del candidato non è tale da consentire in futuro un corretto esercizio della funzione di analista, egli sarà tenuto invece a intraprendere un’analisi vera e propria che dovrà completare.
Successivamente, quando il candidato mostrerà la cultura e l’equilibrio psichico sufficienti a svolgere onorevolmente il mestiere di analista, sarà incoraggiato ed aiutato a intraprenderlo. In seguito, per un periodo congruo, egli sarà tenuto a discutere periodicamente i suoi casi clinici nel seminario clinico con uno o più colleghi, al fine di acquisire mezzi tecnici e clinici più sicuri. Anche questo servizio è fornito gratuitamente dalla Scuola.
Chiunque abbia già conseguito una formazione psicanalitica altrove, o ritenga di averlo fatto, qualora voglia essere iscritto come membro della Scuola, dovrà essere esaminato da una commissione costituita ad hoc per valutare la sua effettiva adeguatezza agli standard vigenti nella Scuola.  Perché la commissione possa esprimersi sarà necessario, in ogni caso, un periodo di analisi personale, che potrà protrarsi anche dopo l'accettazione del candidato.

 

Standard Formativi

Lo standard qualitativo della Scuola è molto alto ed è quindi bene che il candidato non si faccia illusioni sulla profondità e l’impegno richiesto. Per la formazione di uno psicanalista occorre una preparazione culturale vasta ed eterogenea e un training analitico personale, secondo gli orientamenti e le indicazioni che storicamente provengono dal movimento psicanalitico internazionale e dal fondatore della psicanalisi. Secondo Sigmund Freud per l’esercizio della psicanalisi la laurea in medicina non è affatto richiesta, né indicata. La psicanalisi, essendo una scienza nuova, sui generis, necessita di uno specifico e nuovo iter di formazione. Tra le discipline indicate da Freud ci sono la fisiologia, la storia delle religioni, la mitologia comparata, la letteratura, la filosofia, ecc. Ad esse andrebbero oggi aggiunte la linguistica, la biologia, la metodologia e l’epistemologia, la psicopatologia, l’antropologia, l’etnologia ed altre. Attualmente le discipline che uno psicanalista dovrebbe studiare non sono riconducibili ai curricula delle facoltà di medicina e psicologia. Per poter seguire un iter adeguato alla preparazione culturale e scientifica di uno psicanalista, occorrerebbe un curriculum interfacoltà; occorrerebbe cioè poter seguire le lezioni e sostenere gli esami di discipline ripartite tra le facoltà di medicina, lettere e filosofia, biologia, sociologia ecc.
Tutto questo non esiste nel panorama dell’università italiana. E in questo invece si è prodigata in questi anni la Scuola, supplendo con ogni mezzo a questa carenza dell’università.
L’iter di formazione per la professione dello psicologo, così come per quella del medico, e anche dello psichiatra, è diverso da quello per la formazione di uno psicanalista.
Inoltre la psicanalisi, essendo una scienza sui generis, non richiede una formazione di seconda istanza, ad esempio come specializzazione di psicologia o medicina, ma di prima istanza.

 

Autoregolamentazione

Alla formazione degli psicanalisti, dalla nascita della psicanalisi ad oggi, hanno provveduto e provvedono istituzioni ed associazioni psicanalitiche sorte nel variegato movimento psicanalitico internazionale, di vario orientamento teorico, nel solco della movimentata storia della psicanalisi. A questi criteri tradizionali la Scuola ha ispirato la sua autoregolamentazione per la formazione degli psicanalisti.

 

 

 

*Cfr. AAVV "Freud e la psicanalisi laica" Thelema edizioni 2000, pp. 255-259.

In evidenza

Gruppo di studio a Torino

Sabato 14 ottobre alle ore 10.00 inizierà il gruppo di studio organizzato dalla Scuola di Psicanalisi Freudiana nella città di Torino. Il primo incontro sarà tenuto da Franco Baldini, con una lezione dal tema “Perché la psicanalisi”.

 

Leggi tutto...

CONFERENZE A MONSELICE - Il ritorno di Freud

Nei giorni mercoledì 11, 18 e 25 ottobre 2017, alle ore 20.30, nella Sala conferenze di Palazzo della Loggetta a Monselice, la Scuola di Psicanalisi Freudiana presenta tre incontri di introduzione alla psicanalisi.

 

Leggi tutto...

Due conferenze a Padova: Le domande dei bambini

Nei giorni 27 settembre e 4 ottobre 2017, alle ore 19, la Scuola di Psicanalisi Freudiana e la Libreria Limerick di Padova, presentano “LE DOMANDE DEI BAMBINI”: due conferenze per vedere come la psicanalisi aiuta gli adulti a capire le domande e i problemi dei bambini.

Leggi tutto...

Risposta alla Memoria sulla "psicanalisi laica" 

A fine dicembre 2016 siamo venuti del tutto casualmente a conoscenza di uno scritto intitolato Memoria sulla “psicanalisi laica” a firma dei proff. Nino Dazzi e Vittorio Lingiardi, presente sul sito web dell’Ordine degli Psicologi, redatto su carta intestata del suo Consiglio Nazionale e datato 29 gennaio 2009.
Tale documento è rimasto riservato fino al 3 dicembre 2015, data in cui è stato reso pubblico.
In esso gli autori indirizzano una serie di maldestre critiche alle tesi su cui la Scuola di Psicanalisi Freudiana (SPF) fonda la propria esistenza, la propria collocazione e il proprio operato.
Qui la nostra risposta: Risposta alla Memoria sulla "psicanalisi laica" di Dazzi e Lingiardi.

Leggi tutto

Cerca nel sito

Calendario incontri

Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
1
2
3
5
6
8
9
10
12
13
15
16
17
19
20
22
23
24
26
27
29
30
31

Bibliografie

Da oggi, finalmente, sono disponibili gli 11 volumi delle opere di Freud Boringhieri in formato ebook.

Scuola di psicanalisi freudiana
© Scuola di Psicanalisi Freudiana

Tutti i diritti di Copyright sono riservati - P.IVA 11768050152  -  Privacy policy - Contatti
Le immagini della copertina sono tratte dal volume "Sigmund Freud, Wien IX. Berggasse 19" Thelema Edizioni.

Questo sito utilizza i cookies per migliorare le funzioni di navigazone. Cliccando su "ok" avrai fornito il tuo consenso e questo avviso non verrà più mostrato. Se non accetti l'uso dei cookies abbandona questo sito web.